La Parola

 
Ubuntu PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerio Romitti   
Lunedì 23 Novembre 2015

Le associazioni UN BAMBINO PER AMICO e JAIMA SAHRAWI in collaborazione con i Comuni di GUASTALLA, GUALTIERI, BORETTO, NOVELLARA e LUZZARA presentano la prima edizione del progetto UBUNTU
Io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo

Ubuntu è un'espressione in lingua bantu che indica "benevolenza verso il prossimo". È una regola di vita, basata sull'accoglienza e il rispetto dell'altro.

Appellandosi all'ubuntu si è soliti dire "io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo". L'ubuntu esorta a sostenersi e aiutarsi reciprocamente, a prendere coscienza non solo dei propri diritti, ma anche dei propri doveri, poiché è una spinta ideale verso l'umanità intera, un desiderio di pace.

Educare alla solidarietà e alla pace oggi, vuol dire educare al rispetto dell’altro, sia esso disabile, di diversa cultura, razza e religione.

Parlare di pace significa adottare dei metodi che pongono l’attenzione non solo alle parole e ai contenuti, ma anche e soprattutto alle relazioni, significa parlare di diversità, di handicap, di multiculturalità, di multirazzialità, significa rispettare e valorizzare le individualità, significa educare al confronto, all’ascolto e al dialogo.

Affrontare il tema della pace a scuola significa insegnare il rispetto delle diversità, significa educare al rispetto dei diritti umani, significa lottare contro violazioni, discriminazioni, e preparare gli individui a sostenere e difendere la democrazia, la tolleranza, la non violenza e la pace.

 

Obiettivi del progetto:

  • promuovere una cultura basata sulla conoscenza e sul rispetto dei diritti umani attraverso il dialogo e la riflessione su temi importanti quali l'accoglienza, l'inclusione, la diversità e la pace;
  • conoscere le associazioni impegnate in progetti di solidarietà;
  • responsabilizzare i giovani favorendo la loro partecipazione in progetti di solidarietà locale o internazionale;
  • prevenire il pregiudizio e la discriminazione attraverso la relazione e la conoscenza
  • sostenere i progetti delle associazioni;
  • riflettere e avvicinare i giovani e la cittadinanza al volontariato e alla solidarietà;


Associazione JAIMA SAHRAWI e UN BAMBINO PER AMICO