Prossimamente

 

La Parola

 
La gioia del BATTESIMO PDF Stampa E-mail
Scritto da Le catechiste   
Lunedì 10 Aprile 2017

Domenica 2 aprile, a Luzzara, si è tenuto il battesimo dei catecumeni

Nel cammino impegnativo di preparazione alla Prima Comunione abbiamo avuto un grande dono: Elio e Margherita hanno chiesto di ricevere il Battesimo. Capite l’importanza della cosa? Hanno desiderato, pensato, voluto questo Sacramento. Due bambini in piena consapevolezza. Lui frequentava il catechismo già dall’anno scorso; lei si è aggiunta quest’anno per fare il cammino insieme ai suoi amici. I genitori di entrambi li hanno accompagnati in questa loro libera scelta di diventare membri della famiglia dei Cristiani. A loro si sono uniti Claudio e Davide di classe seconda e Monali da poco arrivata dall’India: davvero un bel gruppo di bambini che sono una testimonianza per la nostra Comunità, un’occasione unica e irripetibile per i compagni di catechismo per rivivere il valore del loro Battesimo, una gioia per le catechiste che lo accolgono come un frutto inaspettato del loro servizio.  Che cosa significa il Battesimo per questi bambini? Lo hanno espresso chiaramente. È la voglia di essere “migliori” amici di Gesù per camminare per sempre con Lui che ci ha detto: Io sarò con voi e non vi lascerò mai soli.  È la gioia come figli del Padre di avere tanti fratelli. E per noi la spinta ad essere una Comunità migliore, una comunione e una fraternità reale.  Quando abbiamo accolto, durante la messa del 2 aprile, i bambini con i loro genitori sull’altare e sono stati presentati alla comunità, abbiamo fatto un gesto semplice ma altamente simbolico: ci siamo presi TUTTI l’impegno di accompagnarli nel cammino della vita. Il loro Battesimo sia davvero per noi l’impegno a “non perderli mai di vista” con l’augurio che chi li incontra possa sempre scoprire in loro la gioia dell’amicizia con Gesù.

 

Le catechiste