L'ultimo concerto Stampa
Scritto da Cristina Magnanini   
Mercoledì 21 Luglio 2010
Sabato 17 luglio si è concluso il tour del Concerto di Pasqua 2010 del Coro di Luzzara a Toano nella pieve matildica di Santa Maria in castello, splendida chiesa appollaiata da oltre mille anni sull’altura che sovrasta il capoluogo.
L’allegro e chiassoso pullman di coristi, musicisti e simpatizzanti è partito dalla Bassa nel primo pomeriggio di sabato per raggiungere, dopo un lungo, ma tranquillo viaggio, Toano verso le sei.
Don Massimiliano ci ha accolti da vere star e, dopo un primo sopralluogo nella chiesa teatro dell’ultimo concerto, siamo stati ospitati sul sagrato della chiesa di Massa per la cena, a base di gnocco fritto, salumi e formaggio locale, offerta dal Gruppo Cucina della parrocchia montana.
Rinfrancata dal clima e rifocillata con le delizie locali, la comitiva si è definitivamente spostata nella chiesa di Santa Maria per dare inizio all’ultimo concerto il cui ricavato di offerte libere era destinato al restauro dell’antica chiesa di San Michele Arcangelo di Massa.
Al calar del sole, intorno alle 21.30, nel buio della notte e sotto un cielo limpido e stellato, le note e le voci del Coro hanno riempito l’aria e, come se il tempo si fosse fermato, hanno rapito per più di due ore l’attenzione del pubblico presente.
Alla fine un don Massimiliano commosso ha ringraziato tutta la comunità parrocchiale luzzarese, alla quale è rimasto molto legato anche se ormai sono passati anni dalla sua partenza, ed ha sottolineato come il concerto sia un’occasione di preghiera intima, ma nello stesso tempo corale e come l’anima si rinnovi ascoltando in musica la Parola.
E abbiamo tutti sorriso quando l’architetto, responsabile del restauro della pieve, rivolgendosi al Coro e ai musici, ha chiesto “dove avessero lasciato le ali!
 
Joomla SEO powered by JoomSEF