Prossimamente

 

La Parola

 
L'abbraccio di Gesù nella confessione PDF Stampa E-mail
Scritto da Le catechiste di terza elementare   
Sabato 14 Aprile 2018
Domenica 11 marzo i nostri bambini di 3^ elementare hanno celebrato per la prima volta il Sacramento della Riconciliazione. Emozionati ma non impauriti, agitati e felici, si sono accostati ai sacerdoti con fiducia poiché in questi mesi hanno camminato insieme, con il sostegno costante dei catechisti e degli aiuto catechisti, e sono arrivati quindi preparati e consapevoli all’incontro con la bontà di Dio. Ad attenderli in chiesa un cartellone, realizzato dagli aiuto catechisti, di un Gesù a braccia aperte, sorridente, quasi ammiccante, come a dire: “Eccovi! Vi aspettavo! Venite ad abbracciarmi!”, e così il suo abbraccio si è pian piano colorato delle foto dei nostri bambini che, riconciliati e gioiosi, non vedevano l’ora di bruciare i biglietti sui quali avevano scritto le loro mancanze e di festeggiare tutti insieme, con la carica che li contraddistingue.
Come è bello e che senso di sollievo dà il chiedere scusa! Che leggerezza dona il perdono! Perdono … una parola “immensa” della quale noi adulti dovremmo forse un po’ riappropriarci. Chissà cosa succederebbe se, come tanti Zaccheo arrampicati sul sicomoro, vedessimo passare il Signore e lui si autoinvitasse a casa nostra! Chissà se saremmo capaci di scendere in fretta e gettarci tra le sue braccia, accogliendo il suo perdono … o piuttosto ci faremmo prendere dall’ansia di dover correre a pulire la casa, a fare la spesa, a preparare un pranzo adeguato all’ospite, pensando di non esserne degni, e che forse sarebbe stato meglio che quel Signore, a volte ingombrante, non ci avesse visti, arrampicati lassù!
E allora Signore scioglici dalle nostre catene, facci imparare dai nostri figli la bellezza dell’abbandonarci a Te … che sei lì che ci aspetti. Sempre … tutti!