La Parola

 
L’ARRIVO DEI PROFUGHI nel comune di Luzzara PDF Stampa E-mail
Scritto da Simone Lusuardi a nome della Cooperativa l'Ovile ONLUS   
Giovedì 12 Gennaio 2017

I ragazzi richiedenti asilo - che tutti chiamano profughi - arrivati nel comune di Luzzara sono 14:

A Luzzara in via Circonvallazione Est, 14 (terzo piano): Sylla, Mamadou Mussa, Abo Bakar (guineiani), Coulibaly (Mali), Oumarou, Ibrahim, Housseni (Burkina faso).

A Villarotta in via Carboni, 89: Alette, Ibrahim, Maou, (senegalesi) Bashir, Abdullahi Siddy (guineiani).

I ragazzi hanno dai 18 ai 30 anni, sono tutti mussulmani.

La gestione dei ragazzi é a carico della Cooperativa di Solidarietà Sociale l'Ovile, che si occupa, nella figura di Simone (320/0293126) della cura degli immobili, dell'aiuto per le questioni sanitaria (accompagnamento dal dottore, in ospedale, ecc.), dell'ottenimento di tutti i documenti necessari ai ragazzi (abbonamenti mezzi pubblici, tessere sanitarie, rinnovo permessi temporanei di soggiorno, residenza, carta identità, ecc.).

È volontà della cooperativa e dei ragazzi stessi di promuovere il più possibile l'inclusione sul territorio: collaborazione con associazioni, iscrizione alle varie realtà sul territorio, avviamento tirocini se possibile la ricerca di lavoro. I ragazzi hanno permesso di soggiorno valido e possono lavorare.

I ragazzi rimarranno in queste case per un anno e mezzo / due, che é la durata dell'iter burocratico italiano che porterà il giudice a concedere o meno il permesso di soggiorno come rifugiato. Nel frattempo sono regolari con permesso temporaneo.

Alle parrocchie chiediamo di entrare in relazione con questi ragazzi, conoscerli mediante le iniziative parrocchiali, invitandoli a pranzo, ecc.

A questo punto, una volta conosciuti possono nascere idee sul come coinvolgerli: piccoli servizi, corsi di italiano, animazioni, campo estivo, giocare nelle squadre della parrocchia, ecc.

La cooperativa l'Ovile, assieme al Granello di Senapa, coordinamento diocesano per la formazione nelle parrocchie e nelle scuole, sono anche disponibili per fare piccoli percorsi di 3-4 incontri rivolti a giovani e/o adulti sul tema dell'immigrazione, con dinamiche attive e coinvolgenti, con la testimonianza di alcuni dei ragazzi.