Prossimamente

 

La Parola

 
RWANDA PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerio Romitti   
Mercoledì 18 Maggio 2016

Spettacolo a pagamento: 8 euro - Per le tematiche affrontate dallo spettacolo si consiglia la sua visione a un pubblico di età superiore ai 14 anni.

Più di 400 repliche - Sul palco solo un uomo e una donna capaci di far rivivere alcune delle pagine più importanti del nostro Passato.

 

Aprile 1994: ha inizio il genocidio più veloce e sistematico della storia dell’umanità. Quasi un milione di vittime e un solo nome capace di rievocare il grido di migliaia di volti: Rwanda. In occasione del ventennale di uno degli eventi storici più dimenticati e controversi del nostro presente, la storia vera di dignità e fratellanza di un uomo e una donna capaci di un gesto d’inimmaginabile, indimenticabile e straordinario coraggio in grado di scuotere le coscienze, una storia che parla di integrazione e rispetto, cooperazione e pace.

 

Il governo di Kigali parlerà di 1.174.000 morti, ma la maggior parte degli storici sono concordi nello stimare una cifra di 800.000 vittime. A colpire, oltre alla quantità, questa volta è la velocità: 10.000 morti al giorno, 400 cadaveri all’ora, 7 corpi al minuto, un omicidio ogni 10 secondi. All’interno dello scenario di una delle pagine di Storia più controverse e dimenticate del XX Secolo, una straordinaria vicenda di coraggio, dignità ed eroismo che vide uniti un uomo e una donna con un’unica missione: fare la cosa giusta

 

XX